Terremoto: Giuliani lo sapeva!!

terremotoR375_23dic08.jpgSu http://www.univaq.net/interactive/articoli/ar_leggi.asp?cod3=1562 è stato riportato un articolo del Corriere che riporto di seguito:

“Non bastasse lo sciame sismico che da metà febbraio ha trasformato questo angolo d’Abruzzo in una pista di rock and roll, con oltre 30 scosse di magnitudo superiori ai 2 gradi, scuole chiuse, malori, tetti pericolanti e gente sull’orlo di una crisi di nervi, a fare danni ci si è messo anche «il terremoto che non c’è»: o meglio, che sarebbe dovuto arrivare e per fortuna non c’è stato. Annunciata con toni quasi profetici da Gioacchino, Giampaolo Giuliani, tecnico che fa ricerca ai Laboratori nazionali del Gran Sasso e che da anni sostiene di aver elaborato un metodo in grado di prevedere l’arrivo degli eventi sismici, la notizia del terremoto, che nelle previsioni di Giuliani avrebbe dovuto essere «disastroso», ha scatenato tra domenica e lunedì una psicosi collettiva, che ha mandato in tilt Sulmona e dintorni. Tale il vespaio, da costringere ieri la commissione Grandi Rischi della Protezione civile a riunirsi in fretta e furia «per rassicurare la popolazione che non c’è alcun pericolo in corso», che «la situazione è monitorata ora per ora» e che «non è possibile prevedere in alcun modo il verificarsi di un sisma». Con un diavolo per capello, il capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, si è scagliato contro «quegli imbecilli che si divertono a diffondere notizie false», chiedendo una punizione esemplare. E così è stato: Giuliani, che basa le sue previsioni sull’analisi di un gas (il Radon) sprigionato dalla crosta terrestre e che ha costruito enormi cubi in piombo per monitorare il suolo, ora si ritrova addosso una denuncia per procurato allarme. «È stato terribile». Il sindaco di Sulmona, Fabio Federico, ancora non si è ripreso. Domenica era a Roma, al congresso del Pdl. In mattinata, una scossa di magnitudo 4 aveva squassato il suo paese. «I vigili urbani— ha raccontato—mi hanno messo telefonicamente in contatto con questo signore (Giuliani, ndr.), che mi ha annunciato l’arrivo, da lì a poche ore, di un sisma devastante. Non sapevo che fare: far scattare il piano d’evacuazione o fare finta di niente?». A Sulmona intanto tutti già sapevano. Ed è stato il panico: gente in strada con i materassi, parroci che hanno svuotato le chiese, famiglie radunate nelle palestre. Poi è passata la domenica. E pure il lunedì. La terra ha tremato ancora. Ma piccole scosse. Niente al confronto del «terremoto che non c’è».”

 

Io non sono un esperto in materia, e non sò quanto sia stata fondata la dichiarazione di Giuliani o quanto tutto questo sia stata una mera coincidenza…. ma vorrei solo dire a Bertolaso che prima di chiamare imbecille uno studioso….. bisognerebbe pendarci e ripensarci!!! Di sicuro tutti cercheranno di smentire la possibilità che Giuliani abbia condotto uno studio meticoloso e preciso… primi tra tutti i colleghi che si sono fatti sorprendere dalla sua scoperta. Sappiamo che da sempre chi scopre qualcosa viene vigorosamente smentito dai colleghi…. un pò invidiosi.

Ad ogni modo…. l’annuncio di una catastrofe non dovrebbe essere in nessun caso sottovalutata (anche se certamente dichiareranno che non è affatto stata sottovalutata…. infatti lo hanno denunciato…).

Ora, se un domani la scoperta di Giuliani fosse dichiarata ed accettata come valida….. chi lo ha dichiarato un imbecille e chi lo ha denunciato per falso allarme, saranno perseguitati a fini di legge e condannati per negligenza o simile?

Mi rispondo da solo: in Italia no!

Non ho nulla altro da aggiungere se non il mio abbraccio più caro alle persone che pagano questa sfuriata della natura!!!

 

Fonte immagine: www.ilsussidiario.net

Terremoto: Giuliani lo sapeva!!ultima modifica: 2009-04-06T14:03:00+02:00da sognantepilota
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Terremoto: Giuliani lo sapeva!!

  1. Giuliani non aveva previsto il terremoto di Sulmona. Lo aveva VISTO. Aveva visto anche quello dell’Aquila. Lo ha pure detto alle autorità del luogo. Lo hanno denunciato e sospeso dal lavoro per averlo fatto. Ora è per strada con gli altri. Sua madre e’ visa xche’ lui l’ha fatta uscire di casa poche ore prima del sisma. A Boschi aveva chiesto 4 anni fa di collaborare per un monitoraggio che verificasse se la sua macchina era attendibile. Boschi gli ha dato del ciarlatano.

  2. In Italia guai a chi disturba i manovratori. Essi non prevedono, non ascoltano perché nel agire prima si potrebbe anche sbagliare. Sanno tutto dopo. Bravo Giuliani, speriamo che chie di dovere aiuti a sviluppare un percorso per accertare l’aumento di propabilità di terremoti. Invece aiuteranno a costruire ampliamenti fai da te.

  3. Già, come detto sopra, non solo in Italia, ma anche nel resto del mondo chi guarda troppo avanti viene visto male! Io capisco che allarmare interi paesi è pericoloso (mobilitazione di massa, panico, sciacallaggio…) Ma non è accettabile che non vengano perlomeno considerate ed approfondite nuove scoperte. Si è vero: Giuliani aveva previsto un sisma a Sulmona…. se fosse stato dato l’allarme magari le persone di sarebbero riversate a L’Aquila….. e sappiamo bene cosa sarebbe accaduto. Ma ciò non toglie che gli scienziati e le autorità competenti DOVEVANO PRENDERE NOTA DI QUANTO COMUNICATO DA GIULIANI ED APPROFONDIRE GLI STUDI. Se ciò fosse avvenuto, intreciando le varie tecniche e i vari risultati, io sono certo che un minimo di preavviso poteva essere dato. Quel tanto che bastava a salvare almeno buona parte delle povere vittime.

Lascia un commento