Privatizzazione delle acque

acqua-5.jpg In questi giorni gira un allarme nel web: Il governo Berlusconi ha deciso di privatizzare l’acqua. Mentre distolgono la nostra attenzione attraverso notizie futili come il dibattito per l’obbligo o meno del grembiulino nelle scuole, o come le pene da infliggere a chi crea graffitti sui muri (mentre i pirati della strada guadagnano facendo pubblicità), il presidente del Governo ha deciso che L’ACQUA NON DEVE ESSERE UN BENE DI TUTTI.
Dopo anni di disinfrmazione sulla migliore qualità delle acque in bottiglia, ora, visto che in molti si sono svegliati, ci faranno pagare l’acqua a peso d’oro!!!
Come? Non sapevi che l’acqua in bottiglia è meno “potabile” di quella che esce dal tuo rubinetto? Beh, per assurdo è cosi!! A meno che il tuo comune non abbia ancora le tubature in Ethernet (e stai certo che non te lo viene a dire), si….. l’acqua del rubinetto deve rispettare dei limiti nettamente superiori rispetto alle acque mineali. Queste ultime, proprio per la definizione di acqua minerale, non viene vista dal legislatore come acqua potabile, ma come acqua terapeutica; di conseguenza arsenico, fluoro,alluminio.ferro… possono essere contenuti senza l’obbligo di specifiche nell’etichetta.
Di seguito le tabelle riportate in decreto:

Valore limite di alcune sostanze contenute nell’acqua potabile e nell’acqua minerale

 

Valori limite acque potabili
Decreto L. 31/2001

Valori limite acque minerali
Decreto 542/92 – Dm 31/05/2001

Arsenico totale (µg/l) 10 50
Bario (µg/l) 1
Cromo (µg/l) 50 50
Piombo (µg/l) 10-25 10
Nitrati (mg/l) 50 45-10*
Alluminio (µg/l) 200 Nessun limite
Ferro (µg/l) 200 Nessun limite
Manganese (µg/l) 50 2000
Fluoruro (mg/l) 1,50 Nessun limite

Ma tornando alla privatizzazione…
Già da molto si discute sulla possibilità che le prossime guerre nasceranno proprio per l’oro blu… Ora sta diventando una realtà anche nel nostro paese. Con un presidente imprenditore era innevitabile. Profitto profitto profitto profitto ….. l’unica parola vera nel vocabolario!!!

Ebbene si, in Italia è decreto: l’acqua non è più un bene pubblico, ma privato. Se prima un litro di Premier costava come 1000 litri di acqua del rubinetto, ora non preoccupatevi, costeranno uguali. Come? La Premier abbassa i costi? No, come tutte le cose in Italia: semplicemente aumenta il costo dell’acqua potabile.

Ignoranza, plagio, terrorismo psicologico e ora anche la sete. Bravi potenti, siamo proprio dei sudditini con i fiocchi!!!!

Privatizzazione delle acqueultima modifica: 2008-11-06T21:50:16+01:00da sognantepilota
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento