Sonda Cassini non và in pensione

a18d12f389b5d4fa21c38e2b1a82e8e3.jpgCassini non và in pensione
E’ una notizia davvero felice. La sonda Cassini lanciata il 15 ottobre 1997, dopo aver viaggiato per sette anni e 3,5 miliardi di chilometri è ancora in gran forma. Il suo compito è stato di raggiungere Saturno e svelare molti segreti dell’affascinante pianeta. Ora la sua missione è stata prolungata per altri due anni in cui Cassini dovrà esplorare due delle lune di Saturno: la più grande, Titano e la più piccola Encelado. Il progetto che ha visto la collaborazione tra Nasa, Esa e Asi non si è quindi conclusa, ma si propone nuovi traguardi che porteranno nuova linfa alle nostre conoscenze.

Guardiamo da vicino la missione robotica interplanetaria Cassini Huygens (dati recuperati da wikipedia).
Il suo compito è quello di studiare il sistema di Saturno comprese le lune e gli anelli. La sonda si compone di due elementi:
l’orbiter Cassini della NASA
il lander Huygens dell’ESA
Entrò nell’orbita di Saturno il primo luglio 2004 alle 4:12 GMT (prima di essa vi passarono Pioneer11 e Voyager). Il 25 dicembre 04 la sonda Huygens si è separata da Cassini e si è diretta verso la principale luna di Saturno: Titano. Il 14 gennaio 05 Huygens è scesa nell’atmosfera del satellite e durante la corsa ha raccolto dati sull’atmosfera, immagini della superficie, rumori dall’ambiente circostante. Ha toccato il suolo dopo 2 h e 30 m, ed ha continuato a trasmettere il suo segnale per altre tre ore.

VI suggerisco alcuni link utili ad approfondire l’argomento

per una visione d’insieme: Wikipedia

per dati più tecnici suggerisco il sito di CAST (Circo Astrofili di Talmasons di cui ho l’onore di conoscere alcuni membri) 

 

per le immagini e informazioni ufficiali: il sito della ESA  

 

se poi preferite scaricarvi il video dal sito della NASA …. 

Sonda Cassini non và in pensioneultima modifica: 2008-06-30T07:00:00+02:00da sognantepilota
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento